Tempi e Metodi Condulenze di Giorgio Andreani

Icon

Giorgio Andreani offre Esperienza e Professionalità Servizi di Controllo e di Organizzazione dei Processi Produttivi

Grazie Scotsman.

Buongiorno, ricevo spesso messaggi di professionisti i quali essendo anch’essi seduti alla grande tavolata Linkedin e quindi avendo la possibilità di notare le tante ricorrenze che sempre Linkedin ricorda, sottolineano e si congratulano per un mio anniversario lavorativo.

La cosa mi fa molto piacere e cerco sempre di rispondere con un grazie e l’augurio di una buona giornata.

Il grazie lo ripeto ancora e specialmente per coloro ai quali non ho potuto rispondere nelle numerose occasioni.

Vorrei però a questo punto continuare condividendo con voi un pensiero che mi si presenta quando leggo questi bei e sempre graditi messaggi di congratulazioni che però mancano del riferimento alla Ditta con la quale avrei collaborato o ancora starei collaborando: “ma a quale collaborazione si riferisce questa simpatica e gentile persona”.

Per tutti voi amici della grande tavolata Linkedin che lavorate o meglio collaborate per una unica Realtà o Azienda, il messaggio di complimenti è chiaro e se non ricordavate l’anniversario, ci pensa il gentile “amico”.

Per chi come me, ma sicuramente anche per tantissimi consulenti che hanno la possibilità e secondo me la fortuna di poter collaborare contemporaneamente e per lunghi periodi di tempo con diverse Aziende, la cosa può essere più complicata, perché è necessario pensarci e rivedere il calendario che ha segnato ogni primo incontro.

Anche in questi giorni ricevo messaggi di congratulazione per un mio anniversario e finalmente sono riuscito a capire.

Si riferiscono alla mia collaborazione con la Ditta Scotsman di Pogliano Milanese, una bellissima Realtà che mi porto nel cuore.

Ho conosciuto Scotsman Ice nel gennaio 2013, quando sono stato contattato dall’Ing. Marco Cereda PM; allora l’Azienda si chiamava Frimont Spa.

Primo incontro cordialissimo, era presente anche la Dott.ssa Virginia D’Agata HR e dopo i primi convenevoli di rito, siamo passati al motivo della mia chiamata.

L’Ing. Cereda sentiva la necessità di fare verificare da una persona, esterna a Frimont ma, professionista esperto del settore Tempi e Metodi, alcune dinamiche interne o meglio: i metodi e le tempistiche relative, che assegnate alle Risorse impegnate nelle Linee di Assemblaggio restituivano i numeri macchina possibili giornalieri.

Naturalmente ho accettato con piacere e con tanta voglia di fare bene.

Frimont Spa è diventata nei mesi successivi Scotsman Ice legata al Gruppo ALI e questo mi ha caricato ancora di più, perché mi sono reso conto che stavo collaborando con un’Azienda importante, legata ad un Gruppo molto prestigioso.

Sono passati da quel primo incontro a Pogliano Milanese, poco più di nove anni, la collaborazione è sempre continuata ed è ancora in atto.

Quante cose abbiamo fatto e continuiamo a fare; quante persone ho avuto il piacere e la fortuna di incontrare e ancora fanno parte del gruppo di lavoro; ne ricordo alcuni, tra tutti, con immenso piacere e provando nel ricordarli a voi un grande senso di gratitudine nei loro confronti: Daniele Ferrario, Giovanni Mangano, Evaristo Marchi, Romano Scalzone, Riccardo Marchi e Gilberto Procopio, Raffaele Marino; l’elenco è lunghissimo, potrei continuare con decine di altri nomi; non me ne vogliano i non ricordati in queste righe.

Assieme a questi amici e ottimi professionisti Responsabili di Reparto e con l’appoggio, il sostegno e l’incitamento a continuare nei momenti in cui sembrava tutto più difficile da parte dell’ottimo direttore Ing. Marco Cereda PM, dalla responsabile HR Dott.ssa Virginia D’Agata e dal Dott. Fabio Garbin MD, abbiamo trasformato negli anni i Reparti di Produzione fino a portarli ad elevati livelli; ora quei Reparti stanno restituendo Macchine per il ghiaccio di alta Qualità e con numeri sempre in crescita per quanto riguarda la Produttività.

Abbiamo stravolto Layout e Metodi; non abbiamo finito, perché come ci ha insegnato Deming, ogni Metodo può essere sempre rivisto e quasi sempre può essere migliorato.

Continua quindi la mia disponibilità alla collaborazione ma voglio cogliere l’occasione per ringraziare: grazie Scotsman Ice, grazie Ali Group e un grazie speciale all’amico Ing. Marco Cereda che mi ha dato fiducia fin dal primo momento e mi ha permesso di entrare nella bella Azienda da lui molto bene diretta.

Giorgio Andreani

Occorre avere e dimostrare sempre massimo rispetto per le Risorse in lavoro.

. . . disapprovare un metodo di lavoro in atto è sempre lecito, spesso doveroso; la critica però deve essere fatta al metodo e non alla Risorsa interessata del momento.

Accusare la Risorsa in lavoro di sbagliare metodo può essere forse comodo ma errato perché non è la Risorsa che sbaglia, ma è piuttosto il metodo che la risorsa adotta che può essere sbagliato.

Se la Risorsa è inserita in Reparti o Isole dove il metodo è stato studiato, condiviso dai responsabili e imposto, la stessa Risorsa non può essere accusata di sbagliare metodo.

Se altresì, la Risorsa abbastanza indipendente, per vari motivi, si inventa un metodo per un lavoro nuovo, per il quale non vi sono metodi già studiati e imposti, la stessa Risorsa, diviene in quel momento la massima esperta per quel lavoro, in quella realtà; il suo metodo frutto di intuizioni, studi o prove deve essere ritenuto il modo migliore di procedere fino a prova contraria.

Per accusare una Risorsa che sta sbagliando, bisogna che vi sia a disposizione della stessa una descrizione di metodo diverso e da adottare e che viene ignorato.

Nei due casi più sopra descritti, la Risorsa non poteva sbagliare, perché nel primo, il metodo gli veniva imposto, quindi incolpevole; nel secondo non esiste un metodo migliore o diverso di quello in atto, da adottare.

Nel momento in cui, quindi, colui che disapprova il metodo desidera intervenire, non dovrà mai entrare negli equilibri esistenti incolpando la Risorsa interessata del momento, ma potrà coinvolgere i Responsabili o anche solo la Risorsa interessata e dimostrare che esiste una via migliore e che se concordata, potrà essere adottata.

La Risorsa deve essere accompagnata a capire ciò che non va nel metodo e devono essere spiegate le motivazioni che consigliano di cambiare . . .

Giorgio Andreani

Momenti di soddisfazione in Rancilio

Buongiorno,      svolgo la bellissima professione di consulente in Tempi e Metodi da molti anni e fortunatamente, momenti di soddisfazione ne ho provati tanti; le soddisfazioni sul lavoro sono importanti ed io ho imparato con il tempo a trattarle con il rispetto e la riconoscenza che meritano.

Come ho già fatto altre volte, desidero renderne pubblico un altro momento, appunto, di soddisfazione.

Collaboro con Rancilio Group (Villastanza di Parabiago) dal novembre 2017; Rancilio è un’Azienda storica e rinomata in tutto il mondo per la produzione di diverse tipologie di macchina per caffè, che vende in oltre 100 paesi.

Il mio coinvolgimento è sempre stato inteso, fin dall’inizio, come un aiuto da parte di un professionista, esperto in Tempi e Metodi, esterno alle dinamiche dell’Azienda, che potesse condividere pareri sui metodi in atto legati alla Produzione.

Come per le altre Aziende, ho avuto modo di conoscere anche in Rancilio persone nuove, impegnate ad ogni livello della Supply Chain, che mi hanno regalato contributi personali e professionali che hanno e continuano a farlo, arricchito il mio bagaglio di esperienze.

Quello che desidero sottolineare e rendere pubblica è la soddisfazione che provo ogni volta che entro nei reparti Rancilio.

I reparti sono molto bene organizzati, tanto che quando entrai per la prima volta mi ricordo che pensai che forse avrei potuto fare poco, ma come voi esperti in Tempi e Metodi, ai quali mi rivolgo, sapete benissimo: “ogni metodo in atto, può essere migliorato”.

Così è stato e ancora la collaborazione e i miglioramenti continuano.

Vorrei sottolineare quanto sia alta la “collaborazione” tra le Risorse in lavoro sulle Linee di Assemblaggio; ogni “addetto” fa parte di un gruppo affiatato e molto efficiente.

Non è facile creare “ambienti di lavoro” così responsabili e sensibili.

Ogni volta che l’efficienza e la collaborazione di quelle Risorse attive si manifesta, rimango a pensare e ogni volta mi ricordo il viso delle persone che organizzano in Rancilio ogni cosa.

Un applauso al Sig. Nicola Aiello, Direttore Responsabile della Produzione che ogni giorno entra a contatto con le problematiche che il produrre comporta e che riesce a far crescere altri responsabili da lui coordinati e ogni altra persona inserita in produzione.

Un complimento doveroso all’Ing. Antonio Salamina che Supervisiona tutti i Processi e Dirigere la bellissima ed efficiente realtà Rancilio.

Ho avuto modo di entrare in tante Aziende e so di non togliere niente a nessuna di esse se oggi mi sento voglia di esternare questo momento di soddisfazione: essere un Collaboratore di Rancilio Group.

Giorgio Andreani

Clienti e Categorie Articoli

articoli recenti